threestepstotheocean : Del Fuoco

I lombardi sono di gran lunga i migliori esponenti della scena post-rock italiana assieme ai Plat ... I lombardi sono di gran lunga i migliori esponenti della scena post-rock italiana assieme ai Platonick Dive. Ciò che li ... thumbnail 1 summary

threestepstotheoceanDel Fuoco

threestepstotheocean - Del Fuoco

Antigony Records
Pubblicato il 01/12/2020 da lorenzobecciani
threestepstotheocean - Del Fuoco

I lombardi sono di gran lunga i migliori esponenti della scena post-rock italiana assieme ai Platonick Dive. Ciò che li distingue da tutti gli altri gruppi, compresi quelli esteri di maggiore successo, è il fatto che non hanno bisogno di un framework, di un piano di lavoro specifico o di regole strutturali definite per realizzare opere dalle architetture complesse. Prima ci hanno fatto innamorare di loro con ‘Until Today Becomes Yesterday’ e ‘Scents’ e poi hanno marcato a fuoco il territorio, maturando un sound unico e riuscendo a farsi invidiare anche da numerose formazioni estere, incapaci di pubblicare una musica altrettanto evocativa e potente. Di quel fuoco si parla in questo nuovo lavoro in studio - a cinque anni da ‘Migration Light’ il legame col quale viene mantenuto da ‘Dispersi’ - che miscela a meraviglia elementi metal e rock con escursioni in una psichedelia talmente liquida da non potere mai essere afferrata concretamente. Con loro sembra di viaggiare nella nebbia, si fatica a vedere l’orizzonte ma si arriva sempre. I crescendo strumentali sono maestosi ed organici, la produzione naturale eppure mai banale ed in scaletta non vi è traccia di un lieve calo di tensione o di un passaggio meno impegnativo rispetto agli altri. Per soddisfare i fan che li hanno attesi per così tanto tempo, i threestepstotheocean hanno assemblato il materiale in maniera che ogni capitolo della loro discografia emergesse con la medesima urgenza di quando è stato pubblicato. Nemmeno il tempo di apprezzare lo splendido artwork che si viene travolti dai droni spaventosi di ‘Canto Ai Vivi’ che rappresentano il preludio ad un pezzo straordinario come ‘Dal Deserto’, capace di sviluppare e portare ai massimi termini la visione sonora degli esordi. ‘Profezie Dalle Rovine’ e ‘Notte In Pieno Giorno’ sono forse i due episodi più tecnici ma trovo sul serio improprio parlare di tecnica quando il grado di espressività è così elevato. I synth a volte si sostituiscono alle chitarre ed al basso nel prendere a schiaffi l’ascoltatore e le percussioni – soprattutto nella magnifica ‘Fiori Immortali’ - si fanno tribali e marziali non appena si abbia anche solo la parvenza di aver capito dove andrà a parare la band dieci secondi dopo. Se avete amate ‘The Slow Rush’ dei Tame Impala, ‘Epitaph’ dei God Is The Astronaut e ‘Memorial’ dei Russian Cirles, oltre naturalmente ai classici di Godspeed You! Black Emperor, Tortoise e Mogwai, allora non indugiate oltre e date fiducia a quattro musicisti fantastici che non nutrono alcun timore quando è il momento di spingersi oltre i loro limiti. Le danze si chiudono con un titolo quasi prog come ‘Arcangeli Con Le Trombe, Diavoli Con I Tromboni’ e l’impulso è quello di ascoltare di nuovo questo capolavoro perché l’unico modo di liberarsi da un’ossessione tanto forte è farla propria.

threestepstotheocean
From: Italia

Discografia

Until Today Becomes Yesterday (2009)
Scents (2012)
Migration Light (2015)
Del Fuoco (2020)