Inglorious : We Will Ride

Sugli Inglorious si è scritto, detto e parlato tanto. In molti li considerano il vero fenomeno ha ... Sugli Inglorious si è scritto, detto e parlato tanto. In molti li considerano il vero fenomeno hard rock proveniente dal ... thumbnail 1 summary

IngloriousWe Will Ride

Inglorious - We Will Ride

Frontiers Records
Pubblicato il 16/02/2021 da Francesco Brunale
Inglorious - We Will Ride

Sugli Inglorious si è scritto, detto e parlato tanto. In molti li considerano il vero fenomeno hard rock proveniente dall’Inghilterra con tutti i crismi del caso, ovvero con un forte legame con le tradizioni anni settanta, tanto da essere paragonati ai nuovi Whitesnake, prima della conversione al sound USA con l’acclamato “1987”. Probabilmente tutto questo sarà vero, ma quello che è certo, ascoltando “We Will Ride”, è che gli inglesi scrivono e suonano davvero buona musica. Dalle latitudini anglosassoni arriva una proposta intelligente, in cui sono finalmente le canzoni a essere le vere protagoniste. Un ruolo di grande rilievo lo gioca sicuramente il cantante e leader Nathan James che, nonostante vari cambi di line up abbastanza sanguinosi, è riuscito a tenere saldo il filo del discorso e a mettere in piedi un disco di tutto rispetto. Se “She Won’t Let Go” potrebbe sembrare una continuazione del discorso iniziato dai Black Stone Cherry, altra band che fa della sintesi del passato il suo tratto cromatico importante, il singolo “Medusa” è davvero accattivante per groove e ritornello che non lascia adito a dubbi. Ottima anche la successiva “Eye Of The Storm” che parte lenta per poi dipanarsi in modo melodico durante la sua durata con le chitarre in bella mostra. La canzone che ricorda di più il Serpente Bianco è “Cruel Intentions”, cadenzata e graffiante con uno squarcio melodico tremendamente efficace. Sulla medesima linea d’onda è la malinconica “My Misery”. Cali di tensione non ve ne sono, tanto che in “Do You Like It” James gioca a fare Coverdale in modo incisivo. Non mancano neanche le cavalcate abbastanza furiose (“He Will Provide”) che danno un senso di epicità a un lavoro che ha il pregio di rimanere costante sino al termine. Sul finire gli Inglorious vanno sul sicuro con altre composizioni buone nella loro sostanza, anche se un cenno di nota deve essere scritto per “God Of War” che potrebbe essere definita come il manifesto più puro di un disco duro, melodico, malinconico e dannatamente rock.

Inglorious
Inglorious
From: UK

Discografia

Inglorious (2016)
Inglorious II (2017)
Ride to Nowhere (2019)
We Will Ride (2021)