Plight Radio : When Everything Burns Within

Ho avuto la fortuna di ascoltare quest’album in versione demo quattro anni fa e sono stato rapito ... Ho avuto la fortuna di ascoltare quest’album in versione demo quattro anni fa e sono stato rapito dalle atmosfere sognan ... thumbnail 1 summary

Plight RadioWhen Everything Burns Within

Plight Radio - When Everything Burns Within

Antigony Records
Pubblicato il 16/08/2020 da lorenzobecciani
Plight Radio - When Everything Burns Within

Ho avuto la fortuna di ascoltare quest’album in versione demo quattro anni fa e sono stato rapito dalle atmosfere sognanti dei livornesi. Normale che attendessi con ansia la versione definitiva per narrarvi quanto drammaticamente bello fosse quest’album. Perchè è vero che ‘When Everything Burns Within’ è un EP ma solo dal punto di vista del formato. Un viaggio infatti può essere misurato soltanto nella sua durata fisica e non in quella mentale e canzoni come ‘Rising Wind’, introdotta da un vento che ti gela le ossa, e ‘Astronomical Horizon’ hanno veramente il potere di trasportare l’ascoltatore in un’altra dimensione. Per certi versi potremmo essere al cospetto della logica conseguenza di ‘Therapeutic Portrait’ dei Platonick Dive, se l’elettronica non avesse contaminato sempre di più il loro songwriting, portando alla pubblicazione di lavori magnifici come ‘Overflow’ e ‘Social Habits’. Non ci sono dubbi sul fatto che la batteria di Jonathan Nelli, al pari del rapporto con la Natura, sia al centro dell’opera e che sia soprattutto lui, con una tecnica straordinaria e attitudine da vendere, a rendere il mood delle tracce di volta in volta caldo, ipnotico, glaciale o cinematico. Sentitelo nel finale di ‘Rising Wind’ o ‘Eleonora’ e capirete perché mi esprimo in tali termini. Al suo fianco troviamo il chitarrista Vittorio Milella, pure lui nei Rayo Hormiga e nei GF93 di ‘O.S.R.’, ed il bassista Daniele Montagnani. La voce non serve, a parlare sono quattro movimenti più overture che segnano un capitolo fondamentale della storia del post-rock di casa nostra. Le registrazioni si sono svolte tra il Folsom Prison di Prato e l’Adrenaline Recording di Livorno, sotto la supervisione di Daniele Nelli, Davide Bitozzi e Lorenzo Buzzigoli, ed il risultato è una produzione organica che mette in evidenza il talento dei musicisti nel modo più spontaneo possibile. L’elenco delle influenze potrebbe essere molto lungo ma sarebbe quanto mai limitante per tre musicisti che dimostrano una personalità fuori dal comune. Poi è chiaro che God Is An Astronaut, Slowdive e Russian Circles, ma pure Deftones, li abbiamo ascoltati tutti e quando cominci a sentire bruciare dentro, è normale cercare qualcosa che conosci bene, capace di trasmetterti sicurezza. Una sicurezza che non si percepisce affatto nei meandri di questa foresta incantata. La dolcezza di ‘Eleonora’ e la catarsi a cui si viene inevitabilmente invitati con la fuga nello spazio di ‘Astronomical Horizon’ e le divagazioni poetiche di ‘Olimpia’, devono far riflettere sulle potenzialità della nostra scena underground. Album meraviglioso che mi auguro possa rappresentare il preludio ad una concezione ancora più alta e ambiziosa.

 

 

 

 

Plight Radio
Plight Radio
From: Italia

Discografia

When Everything Burns Within - 2020