Alestorm : Shit Boat (No Fans)

I famosi re pirati ALESTORM hanno conquistato le classifiche di tutto il mondo con il loro attesi ... I famosi re pirati ALESTORM hanno conquistato le classifiche di tutto il mondo con il loro attesissimo nuovo album “Curs ... thumbnail 1 summary

AlestormShit Boat (No Fans)

Alestorm - Shit Boat (No Fans)

Pubblicato il 06/07/2020 da lorenzobecciani

I famosi re pirati ALESTORM hanno conquistato le classifiche di tutto il mondo con il loro attesissimo nuovo album “Curse Of The Crystal Coconut”. Ora è giunto il momento di svelare il quarto video tratto dal disco, “Shit Boat (No Fans)”. Il capolavoro animato ci scaglia sulla peggiore nave pirata che si possa immaginare e gli ALESTORM non fanno prigionieri!
I 75 secondi di musica di “Shit Boat (No Fans)” vi si incolleranno in testa per sempre. È puro edonismo e genuino divertimento: un brano col marchio di fabbrica ALESTORM!
 
Gli ALESTORM a proposito di “Shit Boat (No Fans)” dichiarano: "Oh wow, tutti sanno che le canzoni brevi sono le migliori, quindi naturalmente non abbiamo potuto esimerci dal fare un video musicale per la canzone più breve del nostro album. Questa animazione è stata realizzata dalle adorabili persone della RMIT University di Melbourne, e presenta tutti gli elementi classici di un video ALESTORM: le trasformazioni di Magical Girl, uomini ungheresi giganti che fanno cadere cacca sul vostro giardino, papere di gomma e peni disegnati in modo grossolano. Buon divertimento!”.
 
https://youtu.be/ZglX4P-tpcA
 
Il produttore Aaron McLoughlin aggiunge: "Sì, la pandemia è stata dura per tutti, ma ci vuole molto di più per impedire agli studenti di RMIT Animation di disegnare pirati. Il video ha richiesto diciassette settimane per essere completato e il docente Simon Norton ha svolto un lavoro fantastico, producendolo e dirigendolo in quarantena. Ogni membro del team ha lavorato da casa per creare l'avventura piratesca più epica che si possa vedere quest'anno".
 
La “Pirate Metal Drinking Crew” fa ritorno per mostrare di che pasta è fatta a tutti i sudicioni poco avvezzi al mare. Il sesto album degli ALESTORM, “Curse Of The Crystal Coconut”, contiene undici canzoni presentate nel tipico stile genuinamente caotico degli ALESTORM. Come se non bastasse ci sono le partecipazioni di ospiti speciali come Ally Storch dei SUBWAY TO SALLY (violino su tutto l’album) e Captain Yarrface dei RUMAHOY!
 
“Treasure Chest Party Quest”, un inno pregno di riff immancabili a qualsiasi festa, conduce l’ascoltatore in un viaggio nelle profondità delle taverne più oscure di “Tortugas” e nel senso dell’umorismo unico di Christopher Bowes. Il brano “Chomp Chomp”, con la voce di Vreth dei FINNTROLL, può far sì che non vogliate mai più entrare in acque aperte, ma vi invoglierà sicuramente a ballare con le sue melodie che creano dipendenza. “Pirate Metal Drinking Crew” è l’ennesimo inno dell’album che eccelle per il suo ritmo accattivante e riff indelebili. Attenzione a non far arrabbiare il grande pirata Scurvy o potrebbe scatenare su di voi la “Curse Of The Crystal Coconut” con i brutali riff del “Pirate’s Scorn”.
 
Che l’album vi faccia venire voglia di prendere una noce di cocco fresca e sorseggiarla o di aprire una bella bottiglia di birra, vi porterà sicuramente a una selvaggia scappatella piratesca. Per i pirati più avventurosi tra di voi, gli ALESTORM hanno pubblicato un Mediabook in 2CD con le rivoluzionarie interpretazioni delle canzoni del XVI secolo. Non perdetelo.
 
“Curse of the Crystal Coconut” è ordinabile QUI! – Affrettatevi, molti formati sono già sold out!