1914 : Ucraina

Qual era la visione quando avete cominciato?(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vital ... Qual era la visione quando avete cominciato?(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vitalis Winkelhock) Abbiamo ... thumbnail 1 summary

1914Ucraina

1914 - Ucraina

Pubblicato il 24/10/2021 da lorenzobecciani

Qual era la visione quando avete cominciato?
(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vitalis Winkelhock) Abbiamo pensato di trasformare la passione del nostro cantante per la Prima Guerra Mondiale in un progetto totalmente devoto a questo concept e non di scrivere solo una o due canzoni sul tema. Questo ha comportato una ricerca davvero importante ma che ci sta dando grandi soddisfazioni.
(2.Division, Infanterie-Regiment Nr.147, Oberleutnant - Ditmar Kumarberg) Sono appassionato di questo argomento da oltre quindici anni e mi occupo di archeologia della guerra. All’inizio, quando ho spiegato agli altri componenti della band le liriche che pensavo di scrivere, mi hanno detto semplicemente di occuparmi dei testi e delle parti vocali e che loro avrebbero fatto il resto. Devo dire che ha funzionato. Ci tengo anche a precisare che tutte le canzoni hanno un lato personale per me perché sostanzialmente rappresentano il modo in cui ho interpretato certi eventi o le emozioni che ho provato leggendo certi libri. Gli altri ragazzi sono stati bravissimi a trasformare le mie emozioni in musica.

É stato difficile pubblicare il primo album ‘Eschatology of War’?
(2.Division, Infanterie-Regiment Nr.147, Oberleutnant - Ditmar Kumarberg) No, perché il concept era già tutto nella mia testa. I primi tre album sono tutti legati tra loro. Parlano del medesimo argomento ma da tre punti di vista differenti. 
(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vitalis Winkelhock) Le liriche sono nate prima della musica e sarà sempre così. L’aspetto curioso è che abbiamo cominciato a ricevere tante richieste di parlare di alcuni aspetti specifici della guerra da parte dei fan. 

Cosa desideravate cambiare o migliorare dopo ‘The Blind Leading The Blind’?
(2.Division, Infanterie-Regiment Nr.147, Oberleutnant - Ditmar Kumarberg) Volevamo pubblicare materiale più veloce ma sempre doom e dark. Forse questo disco è più black del precedente ma la differenza principale è che stavolta parliamo dei vivi e degli eroi della guerra. Nei primi due album invece parlavamo quasi sempre di persone che erano morte durante il conflitto. 
(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vitalis Winkelhock)  Non pensiamo mai al genere di musica da proporre quando scriviamo. Ci piace usare un sacco di sample e rumori e per ‘Where Fear And Weapons Meet’ abbiamo cercato di spingere gli arrangiamenti e le orchestrazioni su un livello superiore.  

Come è nata la collaborazione con Nick Holmes? 
(5.Division, Ulanen-Regiment Nr.3, Sergeanten - Vitalis Winkelhock)  Siamo tutti grandi fan dei Paradise Lost. I miei dischi preferiti sono ‘Draconian Times’ e ‘Symbol Of Life’ ma tutti i loro lavori sono interessanti. Ad un certo punto, quando il pezzo era pronto, il nostro cantante ci ha detto che avrebbe voluto delle parti vocali pulite e quindi abbiamo pensato a chi avrebbe potuto fare al caso nostro. Il nome di Nick Holmes è venuto fuori praticamente subito ma non pensavamo che ci avrebbe considerato. Gli abbiamo inviato un’email e ci ha risposto di inviargli un demo. Dopo un paio di giorni ci ha detto che aveva ascoltato il brano e che era entusiasta di collaborare. Per noi è stato come realizzare un sogno. 

Com’è la scena metal dalle vostre parti? Siete in connessione con qualche gruppo in particolare?
(2.Division, Infanterie-Regiment Nr.147, Oberleutnant - Ditmar Kumarberg) Internet ha reso molto più facile la possibilità di promuovere la propria musica e così tante band del nostro paese si stano affacciando al mercato estero o sono addirittura su label importanti. Personalmente ti consiglio White Ward e Drudkh. 

Pensate di evolvere il concept alla Seconda Guerra Mondiale in futuro?
(2.Division, Infanterie-Regiment Nr.147, Oberleutnant - Ditmar Kumarberg) Assolutamente no. Anche perché sono convinto che la Seconda Guerra Mondiale sia una prosecuzione della prima che viene appellata con un termine sbagliato. C’è stata una pausa solo perché le nazioni avevano bisogno di mettere da parte denaro e ricostruire i propri armamenti. Posso darti un’anteprima in esclusiva per il sito. Il prossimo album parlerà dell’Italia e delle battaglie fratricide tra i soldati italiani e quelli austro-ungarici. Nello specifico tratteremo della Campagna di Albania. 

1914
1914
From: Ucraina

Discografia

Eschatology of War 2015
The Blind Leading the Blind 2018
Where Fear and Weapons Meet 2021