Reject The Sickness : Belgio

Come è nata la band? Che visione avevate quando avete cominciato? La band è stata formata ne ... Come è nata la band? Che visione avevate quando avete cominciato? La band è stata formata nel 2010 da me e Ruben, i ... thumbnail 1 summary

Reject The SicknessBelgio

Reject The Sickness - Belgio

Pubblicato il 05/06/2021 da lorenzobecciani

Come è nata la band? Che visione avevate quando avete cominciato? 
La band è stata formata nel 2010 da me e Ruben, il nostro chitarrista. Nel 2007 avevamo cominciato a suonare insieme e ci sono voluti tre anni per trovare una line-up decente, con cui poi abbiamo registrato ‘Bloodstained Eyes’. Volevamo suonare una sorta di death metal moderno e, quando Pepijn Desmet si è unito alla band, la direzione è cambiata in un death melodico e metal estremo moderno con qualche influenza metalcore. 
 
Cosa ricordi delle registrazioni di ‘Bloodstained Eyes’? 
Il mini-cd è stato registrato nel nostro studio personale. All’epoca non eravamo così bravi a registrare ma era il meglio che potessimo fare. Nonostante questo appena ricevemmo il CCR mixing studio fu fenomenale per noi. Il risultato è stato tutto sommato buono e amo ancora canzoni vecchie di dieci anni come ‘Bloodstained Eyes’ e ‘Next Dimension Lover’.  

Quanto sono cambiati i vostri obiettivi adesso che il terzo album è fuori?  
Penso che siano sempre gli stessi.  Siamo solo un po’ più vecchi e saggi e abbiamo allargato la nostra audience negli anni. Il nostro obiettivo è suonare il più possibile e lavorare grazie ai nostri concerti. Abbiamo suonato al Grapop nel 2016, girato il Regno Unito, suonato due volte al Metaldays. Nel nostro Paese partecipiamo a qualche piccolo evento o festival come headliner e mi auguro che in futuro potremo esibirci in Russia e Giappone. Adesso abbiamo un impianto luci che ci portiamo dietro. 
 
Quali sono le differenze sostanziali tra ‘Chains Of Solitude’ e ‘The Weight Of Silence’?  
Sicuramente la maturità e come abbiamo registrato i due album. ‘Chains Of Solitude’ è stato registrato in un periodo molto lungo e abbiamo compiuto diversi errori durante il processo. Non siamo molto felici di come sono andate le cose e questo è il motivo per cui abbiamo tolto il disco da Spotify e dalle altre piattaforme. Visto che comunque ci piace buona parte delle canzoni, a luglio-agosto le abbiamo registrate da capo e quindi l’album sarà disponibile presto di nuovo con nuovi arrangiamenti ed un suono spettacolare. ‘The Weight Of Silence’ è stato registrato in maniera molto organica e cercando di mantenere il feeling live. Contiene un sacco di canzoni catchy e mi piace ancora parecchio. 

Mentre tra ‘The Weight Of Silence’ e ‘While Our World Dissolves’?
C’è stato un cambio di line-up. Zoran Van Bellegem (ex Satyrus e  Marche Funèbre) e Jonas Messiaen (Putrid Inbred) hanno rimpiazzato i fratelli Desmet. A quel punto l’obiettivo era pubblicare un album di metal estremo melodico con chorus di valore. In ‘Bloodstained Eyes’ e ‘Chains Of Solitude’ c’erano delle clean vocals ma abbiamo pensato di sbarazzarcene e realizzare qualcosa di più diretto ed estremo. ‘While Our World Dissolves’ è più maturo e più thrash-death. È senza dubbio il nostro lavoro migliore. 

Quando avete cominciato a comporre il nuovo materiale? É stato un processo difficile? 
Dopo il Metaldays 2018 abbiamo cominciato subito a comporre nuovo materiale. Nel 2019 abbiamo pubblicato il primo EP che ha rappresentato un nuovo capitolo e prima dell’emergenza sanitaria il full lenght era già pronto. Lo abbiamo composto io e Zoran, spedendoci file in continuazione. C’è solo voluto un anno in più per farlo ascoltare al mondo. Le registrazioni si sono svolte quasi totalmente nel mio studio che ho costruito tra il 2018 ed il 2019. Il cd è stato mixato da Yarne dei Carnation ai Project Zero Studios.

Di cosa parlano ‘We All Burn’ e ‘Pillars Of Hope’? 
Molte delle nostre canzoni parlano di ragazzi che hanno avuto una brutta infanzia. Lavoro come operatore sociale e prendo ispirazione da quello che vedo tutti i giorni. ‘We All Burn’ parla di bambini che hanno avuto a che fare con genitori tossicodipendenti e soprattutto del momento in cui l’intera famiglia si rende conto che non c’è più niente da fare per i genitori. ‘Pillars Of Hope’ ha più o meno la stessa tematica. Ragazzi che vorrebbero che i genitori facessero il loro lavoro, si occupassero di loro e fossero degli eroi per loro. 

Su Metal Archives siete etichettati come metalcore/melodic death metal. É ancora vero? Aggiungeresti qualcosa?
Credo che suoniamo melodic death/thrash. Se qualcuno ci definisce metalcore va bene ugualmente per noi. 

Il vostro concept è molto oscuro. Possiamo intravedere una luce alla fine del tunnel?
L’umanità avrà sempre un lato oscuro. 

Quali sono le band che hai ascoltato di più durante la pandemia? 
Eternal Champion, Gojira, Haunt, Death, Unleashed, Candlemass, Humanity’s last
Breath, Thelonious Monk....

Quali sono i migliori gruppi underground in Belgio attualmente? 
Carnation, Carrion, Primal Creation, Mordkaul, Aborted, Evil Invaders, Devastatïon Channel Zero, After All, Ostrogoth…

(parole di Guy)

Reject The Sickness
From: Belgio

Discografia

Chains of Solitude 2015
The Weight of Silence 2018
While Our World Dissolves 2021