Moaan Exis : Francia

Perchè vi chiamate così?Non c'è un significato particolare. Stavo cercando un nome organico, mist ... Perchè vi chiamate così?Non c'è un significato particolare. Stavo cercando un nome organico, mistico ed eterno, per cerc ... thumbnail 1 summary

Moaan ExisFrancia

Moaan Exis - Francia

Pubblicato il 27/04/2021 da lorenzobecciani

Perchè vi chiamate così?
Non c'è un significato particolare. Stavo cercando un nome organico, mistico ed eterno, per cercare di tradurre l'atmosfera generata dalla musica e magari qualcosa che non si fosse mai sentito prima. 

Prova a presentare la band con un breve commento su ogni album che avete pubblicato fino adesso, sottolineando le differenze di produzione e songwriting..
Il progetto è nato nel 2015, prima suonavo per danza contemporanea o moda di intimo. Ho composto rapidamente il primo EP, pubblicato all'inizio del 2016 per l'etichetta newyorkese Industrial Strenght Records e ho cominciato a fare qualche concerto. Il secondo EP, 'Invok', è uscito a fine 2016 ed il 1 ottobre 2017 il primo album 'Transcendence', entrambi sull'etichetta francese Audiotrauma Records. Fino a quel momento tutte le mie tracce erano di pura industrial techno cinematica, con l'intento di tirare fuori qualcosa di aggressivo ed organico, possibilmente senza voci. Per il secondo album, 'Postmodern Therapy', ho cominciato ad usare il microfono e quasi tutte le nuove tracce hanno voci a rivelano un'energia punk che è stata presenta fin dall'inizio del progetto. Il nuovo livello è stato raggiunto grazie alle parti vocali, che mi danno più possibilità e permettono alla band di essere maggiormente considerata dal pubblico. Non tendo a parlare troppo durante gli show ma adesso abbiamo delle liriche che diffondono messaggi sulla spiritualità, la ribellione ed il disagio. A Novembre abbiamo pubblicato il terzo album 'Necessary Violences', stavolta per conto nostro. 

Avete sempre lavorato come duo? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi a non avere troppi membri attorno?
Ho dato vita al progetto da solo, Xavier si è aggiunto come live drummer nel 2016. Essere in due ci permettere di avere piu' spazio on stage ma devo anche muovermi di piu' per catturare l'attenzione della gente. Poi è piu' facile dal punto di vista manageriale, per viaggiare e per fissare le prove. Inoltre è piu' difficile che ci siano tensioni tra membri o che un membro ti crei problemi. Allo stesso modo, tutto il lavoro deve essere fatto da due persone, il che implica piu' tempo per comporre la musica, girare i video, curare la parte amministrativa ed i social. Detto questo, stiamo seriamente pensando di trovare un terzo membro che suoni la chitarra. 

Siete coinvolti in altri progetti? 
Xavier è anche un membro dei Punish Yourself, una storica goth punk industrial band francese che ha iniziato negli anni '90. Io invece non sono ufficialmente coinvolto in altri progetti. 

Cosa volevate cambiare dopo ‘Postmodern Therapy’?
Su ogni album cerco di fare il massimo per proporre qualcosa di differente dal precedente, cercando di focalizzarmi sull'energie e le sensazioni del momento, oltre a mantenere il mio tocco personale. Ho cercato di aggiungere aggressività e intensità in tracce come 'Blind' e 'Coercion' e sperimentare con le voci su tracce come 'Everyday Is A Simulation'. Con questo disco abbiamo recuperato le influenze punk e flirtato col metal senza rallentare i bpm. 

La produzione è superba! Che tipo di synth/macchinari avete stuprato in studio?
Non uso hardware synth ma un sacco di software. Buona parte dei miei synth e dei bassi sono di Serum o Retrologue su Cubase. Per farli diventare ancora piu grassi uso distorsori e compressori come Soundtoys o Fab Filters. A parte per il basso di 'Blind', sul nuovo album, all'ultimo istante, ho deciso di usare il Minibrute del nostro fonico, combinato con un preamp. Uso anche un'interfaccia RME e Focal Shape per il monitoring. 

Provate adesso a recensire 'Alone Together' e 'Love Witches' per i nostri lettori...
'Alone Together' è un midtempo harsh industrial, molto cyberpunk nella mia testa. Una traccia intensa e dissonante per muovere la testa in auto oppure sul dancefloor con beat forsennati e folli linee di basso. 'Love Witches' invece è un pezzo piu' tribale e cinematico, con ovviamente un bel tocco industrial. Lasciatevi intossicare dal sottofondo mistico e da percussioni disturbanti. E' una traccia perfetta per un rituale pagano nella foresta. 

Quando è necessaria la violenza?
L'idea alla base del titolo potrebbe sembrare infantile ma è basilare non smettere di discutere di certi argomenti, specialmente quando si tratta di preservare la vita. Non parlo di aborto ma di eventi globali come la repressione delle popolazioni, la biodiversità uccisa dalle industrie, l'inquinamento.. Avere gli occhi aperti su certe situazioni e sentirsi vivi vale molto di piu' di guardare delle serie su Shitflix o farsi rintontire da chissà quale elemento di confusione celebrale. Naturalmente non è facile e per questo ho toccato l'argomento. Possiamo dormire o essere svegli. Sta a noi alimentare il fuoco. 

Quali sono le vostre influenze principali in termini di industrial metal e electro-harsh?
Nine Inch Nails e Combicrhist, Mick Gordon, Ansome, Perc... Preferisco l'industrial europeo a quello americano. Artisti come ESA e Horskh. Non ascolto tanto Ministry o Skinny Puppy. Oltre a questo mi piacciono generi come stoner, hardcore-punk, drum n' bass, jazz.. 

Avete già suonato in Italia. Come vi siete trovati? Che tipo di show dobbiamo attenderci dai Moaan Exis?
Abbiamo fatto due show nel 2018 in un breve tour tra Francia e Italia: cinque giorni, quattro concerti in totale, 3500 km e hardcore party tutte le sere con nuovi amici. È stato fantastico. Avevo la febbre quando sono tornato a casa, dopo cinque giorni di totali abusi. Parevo narcolettico. Siete il pubblico migliore in termini di accoglienza. Ci manca molto il vostro Paese. Soprattutto i nostri amici Enrico dei Petrolio e Eli. In generale potete attendervi uno show potente, aggressivo, intenso. Un'esperienza sonora e visiva con le live drums che hanno spinto le tracce su un livello superiore. Passeremo una settimana di residenza artistica a giugno per organizzare i prossimi show e anche per quanto concerne le luci ci saranno delle sorprese. 

Come è nata la collaborazione con ESA? Pensate di pubblicare un album intero di remix in futuro?
Sono un suo fan da diversi anni ma non l'avevo mai visto dal vivo. Ho avuto la possibilità di assistere ad un suo concerto all'Audiotrauma Fest a Praga, dove abbiamo suonato la stessa sera, e siamo diventati subito amici. Questo ha portato al remix di 'Divine Automation' che è superbo. Pubblicare un full lenght di remix potrebbe essere una buona idea. Ti ringrazio.. 

(parole di Mathieu) 

Moaan Exis
From: Francia

Discografia

Transcendence 2017
Postmodern Therapy 2019
Necessary Violences 2020