Audrey Horne : Norvegia

Partiamo dagli inizi. Quando avete cominciato a pensare di formare la band?Uscivamo insieme da am ... Partiamo dagli inizi. Quando avete cominciato a pensare di formare la band?Uscivamo insieme da amici, tra una serata alc ... thumbnail 1 summary

Audrey HorneNorvegia

Audrey Horne - Norvegia

Pubblicato il 16/02/2008 da Tiffany Vecchietti

Partiamo dagli inizi. Quando avete cominciato a pensare di formare la band?
Uscivamo insieme da amici, tra una serata alcolica e l"altra abbiamo pensato di mettere su il gruppo. Suonavamo in band diverse, e ancora oggi è così, alcune molto vicino all"extreme metal ma poi è successo tutto velocemente: idee, studio, la registrazione e poi il primo album...
Il vostro nome deriva da un personaggio di "Twin Peaks" di David Lynch.  Cosa c"è dietro la vostra scelta? Nasconde quakcosa di più profondo?
La band è nata nel giro di pochissimo e quindi dovevamo trovare un nome. Allora tra quelli che avevamo in mente abbiamo scelto Audrey Horne proprio per il personaggio di "Twin Peaks", ci piaceva molto il suo stile e il carattere. In più una cosa che volevamo evitare assolutamente era scegliere un nome che ci inserisse in una categoria. Per esempio, un nome troppo aggressivo ci avrebbe costretti nel thrash o nell"extreme metal, mentre sentendo Audrey Horne uno non sa bene cosa aspettarsi. Questo ci piace.
Venite da Bergen in Norvegia, Qual è la scena della vostra zona?
Bergen è una piccola città, come del resto piccola è la Norvegia ma è bello poter vedere che ha una lunga tradizione pop a cui si accostano metal in tutte le sue sfumature (crossover, extreme e melodic) e tanti altri generi musicali. Poi a differenza di Oslo dove c"è tantissima competizione, a Bergen ci si conosce tutti come accade in tutte le piccole citta" e c"è collaborazione, la gente cerca di aiutarsi e questo intensifica l"ispirazione di molti gruppi.
Siete tutti coinvolti in altre band. Come fate a combinare questi progetti con gli Audrey Horne?
Non c"è nessun vero problema, la maggior parte della gente che conosco suona in più di una band e poi, queste sono nate molto prima degli Audrey Horne. Suoniamo, andiamo in giro, alla fine si torna a casa e come se niente fosse torniamo a suonare. Questo fa si che coltiviamo  nostri interessi musicalmente diversi.
Secondo te, qual è la differenza sostanziale tra questo e l"album precedente?
Col primo album non avevamo neanche mai suonato insieme, infatti per registrarlo ci abbiamo messo quasi un anno, un tempo interminabile insomma. C"erano molti errori, molte cose da provare e sperimentare per fare in modo che venisse un lavoro di cui essere soddisfatti. Io lo sono, amo molto quell"album nonostante questo sia decisamente migliore. E" più melodico, più dinamico e soprattutto organico ed è stato al contempo più facile ma anche più difficile per certi versi, come ogni seguito.
Quale traccia del disco vi piace di più o quale vi rende più orgogliosi?
Senza dubbio la mia preferita è "Bright Light" perchè riassume a pieno ciò che gli Audrey Horne erano e quello che sono diventati ora. In questo album abbiamo dato più spazio alle canzoni lente e questa mi piace per il suo tono melodico senza perdere energia. Poi ognuno di noi ovviamente ha le sue preferite ma in generale ogni pezzo ci soddisfa.
Riguardo alla registrazione, avete notato qualche differenza nel modo di lavorare e produrre?
AL contrario di "No Hay Banda" dove per oltre un anno abbiamo provato a registrare, questo è stato molto veloce. Dopo le prove siamo entrati subito in studio e lì non abbiamo impiegato molto a creare il disco. Prima non avevamo l"esperienza insieme che abbiamo ora...
Come create la vostra musica? Come nasce un pezzo di solito?
Io scrivo la maggior parte dei pezzi e curo soprattutto la parte delle chitarre, porto il materiale agli altri che aggiungono le parti vocali e poi tutto il resto.
Quali differenze avete notato lavorando con la vostra vecchia laberl e la nuova, la Indie Recordings?
Con l"altra si erano creati un po" di problemi e quindi era una parentesi da chiudere. Troppi dissensi sul nostro prodotto finale e questo non era quello che cercavamo. Con la Indie Recordings ci siamo trovati bene, sanno cosa vogliamo e il risultato li ha soddisfatti enormemente.
Quali sono le band che maggiormente avete seguito nella vostra carriera? Di chi siete stati seguaci e chi continua ad ispirarvi?
Il primo disco che ho comprato era quello dei Kiss ed è grazie a loro se ho deciso di diventare un musicista. Poi molto altro, dai Pink Floyd ai Nirvana e sicuramente i Faith No More, mi piacevano le loro tastiere e le volevo inserire a tutti i costi. Poi tutto abbiamo un background pop, musica di vario genere un mix di band molto vasto. Non vogliamo essere etichettati come la band metal che ascolta solo metal e che segue solo metal.
Avete vinto premi, girato in tour e siete ormai conosciuti sia in Europa che in America..
In questo periodo stiamo suonando molto ma solo in Norvegia e non vediamo l"ora di cominciare ad avere date in Europa e più avanti cominceremo a parlare degli States. Vogliamo portare il nuovo album in giro e approfondire il contatto con chi ci segue. Speriamo di venire al più presto anche in Italia.

(parole di Ice Dale)

Audrey Horne
From: Norvegia

Discografia

2005 No hay banda
2007 Le Fol
2010 Audrey Horne
2013 Youngblood
2014 Pure Heavy
2018 Blackout