Dead Lord : Goodbye Repentance

Alle volte mi sale davvero la tristezza a pensare a quello che abbiamo noi contro quello che hann ... Alle volte mi sale davvero la tristezza a pensare a quello che abbiamo noi contro quello che hanno nel Nord Europa. Ma c ... thumbnail 1 summary

Dead LordGoodbye Repentance

Dead Lord - Goodbye Repentance

High Roller Records
Pubblicato il 24/08/2014 da lorenzobecciani
Dead Lord - Goodbye Repentance
Alle volte mi sale davvero la tristezza a pensare a quello che abbiamo noi contro quello che hanno nel Nord Europa. Ma come! Impieghiamo decenni per costruire una mezza band decente e questi quattro svedesi, in un panorama costellato ogni anno di molteplici uscite superlative, danno vita ad un progetto e nel giro di un anno scrivono l'album che i Thin Lizzy non sono riusciti a scrivere!. Hakim Krim sembra infatti la reincarnazione di Phil Lynott e le presenti otto canzoni rischiano veramente di mettere in crisi quanto pianificato dai Black Star Riders. Non vi sto parlando di un paragone a caso ma di Scott Gorham, Jimmy DeGrasso e Ricky Warwick ovvero musicisti con gli attributi. Eppure il quartetto in questione spacca il culo e possiede un potenziale incredibile. Ascoltate 'Hammer To The Heart' o la title track per credere. Riff stellari, parti vocali maestose, una sezione ritmica che Ola Ersfjord ha fatto in modo di rendere più prossima possibile alla dimensione live, con tanto di gocce di sudore e rumori in sottofondo, ma soprattutto attitudine da vendere. Stupendo anche il midtempo 'No More Excuses' posto in chiusura. Non ci sono davvero scuse. Cercatevi i Dead Lord e fateli vostri. Se amate i Thin Lizzy. Se amate lo swedish rock. Se amate l'hard rock in generale.

Tracks

1. Hank
2. Hammer To The Heart
3. Onkalo
4. Goodbye Repentance
5. Because Of Spite
6. Envying The Dead
7. No More Excuses
8. Ghost Town
Dead Lord
From: Svezia

Discografia

Goodbye Repentance (2013)
Heads Held High (2015)
In Ignorance We Trust (2017)