Leprous : Aphelion

Il nuovo album dei progster norvegesi inizia con un crescendo cinematico che richiama alla mente ... Il nuovo album dei progster norvegesi inizia con un crescendo cinematico che richiama alla mente addirittura certe cose ... thumbnail 1 summary

LeprousAphelion

Leprous - Aphelion

Inside Out
Pubblicato il 20/08/2021 da lorenzobecciani
Leprous - Aphelion

Il nuovo album dei progster norvegesi inizia con un crescendo cinematico che richiama alla mente addirittura certe cose di Hozier e poi deflagra in un arrangiamento maestoso tra archi, batteria marziale, voce in falsetto e linee melodiche epiche. Sulla bravura di questa band non credo ci sia molto da aggiungere anche perché release precedenti come ‘The Congregation’ o ‘Malina’ parlano da sole. ‘Aphelion’ aggiunge una produzione ancora più coraggiosa ed una scaletta totalmente imprevedibile. Un lavoro in studio eccezionale, ispirato e preziosissimo in un periodo storico in cui la discografia soffre in maniera spropositata e si è persa quasi del tutto la passione per gli album da ascoltare per intero, dall’inizio alla fine, sfogliando il libretto interno e scoprendo i dettagli della copertina. Oltre che come tastierista, Einar Solberg è cresciuto in modo spaventoso dal punto di vista vocale e ‘Aphelion’ segna la sua assoluta consacrazione come frontman. Su questo ci sono pochi dubbi e quando poi alle spalle hai una sezione ritmica del genere e due chitarristi del calibro di Tor Oddmund Suhrke e Robin Ognedal tutto è più facile. La costruzione del successore di ‘Pitfalls’ - un album estremamente personale e intimo chiuso a meraviglia da una cover di ‘Angel’ dei Massive Attack che lasciava intravedere future esplorazioni in ambito elettronico - verrà apprezzata sia dai vecchi appassionati di musica progressive sia da chi segue con ansia ogni sviluppo della scena alternative metal. Il contributo di Raphael Weinroth-Browne e Chris Baum in fase di arrangiamento è sempre determinante e il fragoroso stile di Baard Kolstad, con i debiti paragoni, mi riporta alla memoria lo scatenato John Bonham dei Led Zeppelin. Se di recente avete lasciato i vostri denari sui siti di merchandise di Agent Fresco, Sleep Token e Between The Buried And Me evitate di finire queste righe e correte a fare vostra una copia di questo capolavoro di cui è sul serio difficile indicare qualche traccia di riferimento. A mio parere ‘Running Low’, ‘Silhouette’ e ‘The Silent Revelation’ spiccano però è talmente compatto il materiale che individuare solo alcuni apici sarebbe fare un torto a chi ha concepito un viaggio musicale tanto interessante. Clamorosa la chiusura con ‘Nighttime Disguise’, che include al suo interno ritmiche heavy, melodie eteree e pianoforte. Lasciatevi trascinare dall’evoluzione di una delle formazioni più intriganti dell’ultimo ventennio e godetevi il senso di libertà trasmesso dalla loro arte.

Leprous
Leprous
From: Norvegia

Discografia

Tall Poppy Syndrome (2009)
Bilateral (2011)
Coal (2013)
The Congregation (2015)
Malina (2017)
Pitfalls (2019)
Aphelion (2021)