Hot Breath : Rubbery Lips

Dopo avere consumato l’omonimo EP di esordio, attendevo con ansia l’uscita del debutto su lunga d ... Dopo avere consumato l’omonimo EP di esordio, attendevo con ansia l’uscita del debutto su lunga distanza degli svedesi c ... thumbnail 1 summary

Hot BreathRubbery Lips

Hot Breath - Rubbery Lips

The Sign Records
Pubblicato il 03/05/2021 da lorenzobecciani
Hot Breath - Rubbery Lips

Dopo avere consumato l’omonimo EP di esordio, attendevo con ansia l’uscita del debutto su lunga distanza degli svedesi che possono vantare una delle cantanti più spettacolari dell'attuale panorama nordico. Chi ha conosciuto Jennifer “Jenna Copter” Israelsson attraverso i dischi degli Honeymoon Disease saprà già cosa aspettarsi ed il tentativo da parte di The Sign Records di replicare quanto fatto da Nuclear Blast con i Blues Pills è quanto meno condivisibile. Le dieci tracce in questione si muovono più nella direzione del boogie rock e del punk, con somma devozione per l'intera scena garage rock scandinava, e meno in quella dell'hard rock a tinte progressive. Al di là delle definizioni o degli schieramenti stilistici, quello che conta è la smisurata energia live prodotta dagli amplificatori e vi assicuro che gli Hot Breath di energia ne hanno da vendere. L'album è stato registrato e mixato da Mattias Nyberg (The Datsuns, The Soundtrack Of Our Lives) e non contiene un solo episodio di troppo. A partire da 'Right Time' fino a 'Bad Feeling', ogni singolo riff è spettacolare, ogni ritornello arriva in testa come un proiettile ed ogni stacco di batteria fa venire voglia di prendere calci il mondo. Non so se gli Hot Breath riusciranno ad ottenere maggiore considerazione degli Honeymoon Disease. Forse è il momento sbagliato o forse non è proprio roba per loro, ma di sicuro 'Rubbery Lips' occuperà un posto speciale nella mia collezione di dischi.

Hot Breath
Hot Breath
From: Svezia

Discografia

Rubbery Lips - 2021