Pankow : Der Doctor Schnabel von Rom

Alex Spalck ha dichiarato che: “Questa nuova produzione è attuale e anacronistica, emotiva e razi ... Alex Spalck ha dichiarato che: “Questa nuova produzione è attuale e anacronistica, emotiva e razionale, accurata da un p ... thumbnail 1 summary

PankowDer Doctor Schnabel von Rom

Pankow - Der Doctor Schnabel von Rom

Contempo Records
Pubblicato il 25/09/2020 da lorenzobecciani
Pankow - Der Doctor Schnabel von Rom

Alex Spalck ha dichiarato che: “Questa nuova produzione è attuale e anacronistica, emotiva e razionale, accurata da un punto di vista storico, filologicamente precisa,
travolgente, inquietante, sfacciata e rivoluzionaria. Stiamo attraversando le quattro dimensioni del continuum spazio-temporale, e questo è solo il primo capitolo di un ciclo creativo che ci vedrà lavorare a testa bassa e culo ritto fino al giorno della nostra dipartita.” Dopo un’affermazione del genere non servirebbe aggiungere altro, i Pankow si confermano come una delle entità sonore più originali e influenti del panorama internazionale e la materia che compone ‘Der Doctor Schnabel von Rom’ è talmente bollente da rendere l’attesa di ‘Never Trust A White Man’ sempre più pesante. Il rapporto tra la band fiorentina e Contempo Records – storica label per cui sono usciti tra gli altri capolavori come ‘Freiheit Fuer Die Sklaven’ e ‘Gisela’ - si materializza in un EP destinato ad accendere ed allo stesso tempo spiazzare la comunità post-industriale. Non dico ebm perché non sono sicuro abbia ancora senso parlare di ebm ma una cosa è certa ovvero che la lungimiranza di Maurizio Fasolo, di nuovo accompagnata dall’estro del frontman che vive da tempo nella terra dei canguri, spinge la sua creatura avanti di almeno dieci anni rispetto alla concorrenza. L’EP si apre con un beat letale e lo statement “we’re burning Australia”, che non può non rimandare con la mente a ‘Pankow’ e ‘Brucia Europa Brucia’, allora al microfono c’era però Gianluca Becuzzi dei Limbo ma questa è un’altra storia. Un pezzo incredibile, in grado di sfidare qualsiasi singolo nei migliori dancefloor alternativi e seguito dalle atmosfere ambient di ‘There Is No Such Thing As Past Or Future’. Un modo come un altro di spezzare la tensione prima che il cantato di ‘Ecocalypse’ ci riporti indietro negli anni ‘80 ed il suo testo drammatico e politico ci costringa ad una seria riflessione su quello che ci accade attorno. ’Don't Fall In Love With Death', con la sua elettronica evocativa ed il suo incedere spettrale, rappresenta l’introduzione perfetta per ‘By This River’, reprise di Brian Eno da ‘Before And After Science’, uno degli album più accessibili e pop dell’ex Roxy Music. L’intero ascolto è condizionato dal verso “we will die from mediocrity” che non si toglie dalla testa per tutta la durata del mini e, dopo gli strepitosi ‘And Shun The Cure They Most Desire’ e ‘Times’, sinceramente era impossibile chiedere di meglio.

 

Tracks

1 Australia Is Burning
2 There Is No Such Thing As Past Or Future
3 Ecocalypse
4 Don't Fall In Love With Death
5 By This River
Pankow
From: Italia

Discografia

Freihet Für Die Sklaven (1987)
Gisela (1989)
Svobody (1991)
Treue Hunde (1992)
Pankow (1996)
Life Is Offensive And Refuses To Apologise (2002)
Great Minds Against Themselves Conspire (2007)
And Shun The Cure They Most Desire (2013)