Cory Marks : Who I Am

Cory Marks è il classico artista che rappresenta alla perfezione il sound americano, in quanto ri ... Cory Marks è il classico artista che rappresenta alla perfezione il sound americano, in quanto riesce a sintetizzare nel ... thumbnail 1 summary

Cory MarksWho I Am

Cory Marks - Who I Am

Better Noise Music
Pubblicato il 13/08/2020 da Francesco Brunale
Cory Marks - Who I Am

Cory Marks è il classico artista che rappresenta alla perfezione il sound americano, in quanto riesce a sintetizzare nella sua musica le tradizioni country, blues e rock, dando vita ad una mistura decisamente intrigante che suona moderna, grazie ad una produzione di rilievo e spessore. E’ come se in questo album venissero a confluire per una lunga ed interminabile jam Kid Rock, Kenny Wayne Shepherd, i ZZ Top, i Black Stone Cherry, i Pride And Glory del sontuoso Zakk ed i Days of The New a cui andrebbero aggiunti ospiti di varia natura country. Insomma, a leggerla così sarebbe una figata pazzesca ed un pezzo come “Outlaws And Outsiders”, con il suo banjo prepotente, potrebbe essere un quadro caratteristico di quanto affermato. La voce filtrata di Marks rende particolare “Devil’s Grin” ed anche qui tra banjo ed armonica non c’è da annoiarsi. Il problema è che non è tutto oro quello che luccica, nel senso che al netto di un lavoro decisamente sopra le righe, sembra che manchi qualcosa per raggiungere la perfezione. In pratica le canzoni, pur essendo buone in assoluto, mancano di quel tocco che le potrebbero già portare ad essere dei classici da ascoltare mentre si percorrono le immense autostrade americane. Si dirà che il ragazzo ha una carriera davanti a sé e certi meccanismi si possono rodare ed oleare nel corso del tempo e su questo non ci piove ed ascoltando un brano come “Drive” ci si rende conto che la stoffa non manca, sebbene siamo sempre nel campo del noto e non dello sconosciuto per le orecchie di un rocker con un minimo di esperienza. La titletrack è un classico blues country, mentre in “Keep Doing What I Do” sembra di ritrovarsi dinnanzi a dei Black Stone Cherry più morbidi e meno tossici. Tutto bene, insomma, dal pianeta popolato da Cory Marks e dai suoi riferimenti che sembrano essere degli amici influenti. Ora il passaggio più difficile da fare, sarà quello di staccarsi leggermente da queste influenze di qualità e provare a percorrere una strada meno battuta, ma probabilmente migliore da un punto di vista dell’originalità. La stoffa non manca, le canzoni ci sono. Serve osare adesso per poter essere un giorno un amico influente da poter consigliare qualche giovane collega che vorrà imbattersi nei sentieri già intrapresi dal buon Cory Marks.

Cory Marks
From: USA

Discografia

Who I Am - 2020