She Likes Winter : Bruises

Sarebbe facile recensire questo esordio parlando della voce di Simona Pasculli, attraente sia fis ... Sarebbe facile recensire questo esordio parlando della voce di Simona Pasculli, attraente sia fisicamente che per le ind ... thumbnail 1 summary

She Likes WinterBruises

She Likes Winter - Bruises

(R)esisto
Pubblicato il 03/05/2020 da lorenzobecciani
She Likes Winter - Bruises

Sarebbe facile recensire questo esordio parlando della voce di Simona Pasculli, attraente sia fisicamente che per le indiscutibili doti vocali. È lei a trascinare l’ascoltatore nei meandri di un’elettronica suadente, piccoli rintocchi e schizzi di colore in uno scenario piuttosto lugubre. L’ingresso in line-up della cantante e di Francesco Letteriello, padrone di synth e drum-machine, si è rivelato fondamentale nella ricerca di un’identità sonora precisa, che il primo EP ancora non possedeva, ma dietro a ‘Bruises’, impreziosito dalla copertina di Dario Zalunardo, c’è molto di più. Arrangiamenti alla vecchia maniera, passaggi dream pop e soluzioni atmosferiche che vanno dal gothic al post-rock dominano un incedere melodico nel quale non troverete niente della superficialità di buona parte del panorama indie italiano. La chitarra di Matteo Valsecchi ed il basso di Stefano Vietta disegnano gli spazi su cui gettarsi a capofitto, con le proprie influenze ed esigenze, per sperimentare. Sono nate così ‘Asynchronica’, l’eccelsa title track o ‘Varsavia’, che non può non far pensare a David Bowie e Franco Battiato. In scaletta troverete anche un brano in italiano, la più commerciale ‘Giselle’, ed uno strumentale, che pare anticipare ulteriori divagazioni elettroniche. Non tutti amano l’inverno ma al cospetto di tracce come ‘Zeronove’ o ‘So Come Closer’ non è possibile rimanere indifferenti.

She Likes Winter
From: Italia

Discografia

Bruises - 2019