Myrkur : Folkesange

Più passano gli anni e più si evolve la visione di Myrkur e più sembra incredibile che Amalie Bru ... Più passano gli anni e più si evolve la visione di Myrkur e più sembra incredibile che Amalie Bruun, la giovane bellezza ... thumbnail 1 summary

MyrkurFolkesange

Myrkur - Folkesange

Relapse
Pubblicato il 17/03/2020 da lorenzobecciani
Myrkur - Folkesange

Più passano gli anni e più si evolve la visione di Myrkur e più sembra incredibile che Amalie Bruun, la giovane bellezza degli Ex Cops sia riuscita a concepire qualcosa di così eccezionale. Con ‘Folkesange’ non ha fatto altro che spingere ancora in avanti i risultati compositivi raggiunti con ‘Mareridt’ e rendere l’ascolto della sua musica un’esperienza trascendente da vivere almeno una volta nella vita. L’oscurità risplende, oserei dire finalmente, grazie a pezzi mitici come ‘Ella’ o ‘Fager Som En Ros’ che introducono una scaletta organica e cinematica, nella quale viene esaltato il connubio tra black metal, filosofia pagana e folk tradizionale. I suoni sono stati ottenuti con il contributo di Christopher Juul degli Heilung – se non avete ‘Futha’ correte subito nei negozi – e ‘Leaves Of Yggdrasil’ ne gode in maniera smisurata. Una canzone d’autore, libera nell’aria, che potrebbe essere stata composta chissà quando trasformata in un singolo d’appetito per metallari più svegli degli altri. ‘House Carpenter’ è una vecchia ballata scozzese eppure la conturbante visione è la solita. Se il lavoro in studio precedente era servito per consacrarsi in maniera definitiva sulla scena internazionale, ‘Folkesange’ rappresenta una sorta di passo indietro nella ricerca della celebrità, un recupero di valori primitivi ed il desiderio di un’intimità che raramente la società d’oggi concede.

Tracks

1. Ella
2. Fager som en Ros
3. Leaves of Yggdrasil
4. Ramund
5. Tor i Helheim
6. Svea
7. Harpens Kraft
8. Gammelkäring
9. House Carpenter
10. Reiar
11. Gudernes Vilje
12. Vinter
Myrkur
Myrkur
From: Danimarca

Discografia

Myrkyur (2014)
Mareridt (2017)
Folkesange (2020)