Opra Mediterranea : Isole

Ho avuto modo di conoscere ed apprezzare il gruppo empolese in occasione dell’ultima edizione di ... Ho avuto modo di conoscere ed apprezzare il gruppo empolese in occasione dell’ultima edizione di Serravalle Rock, durant ... thumbnail 1 summary

Opra MediterraneaIsole

Opra Mediterranea - Isole

Self Released
Pubblicato il 10/12/2019 da lorenzobecciani
Opra Mediterranea - Isole

Ho avuto modo di conoscere ed apprezzare il gruppo empolese in occasione dell’ultima edizione di Serravalle Rock, durante la quale si sono esibiti nella Chiesa di Santo Stefano a causa del maltempo. Davanti a Claudio Fabi, produttore della PFM che ne ha curato gli arrangiamenti e li ha seguiti passo dopo passo in questa avventura, hanno dato vita ad una performance straordinaria, mostrando abilità tecniche e compositive fuori dal comune. Adesso che ‘Isole’ è nei negozi l’atmosfera che si è respirata quella sera si traduce in sei tracce complesse ed emozionanti, chiamate a far riflettere sull’alienamento del quotidiano e sulla condizione di agglomerati di vissuto e memorie, incastrati nel mare, che non risparmia nessuno. Quel legame sociale, voluto o meno, non è dissimile da quello instaurato, in maniera più o meno consapevole, con icone del prog italiano o estero (PFM, Pink Floyd, Genesis e perfino Porcupine Tree) così come con De Andrè ed il suo capolavoro ‘Crêuza De Mä’. Ciascuna traccia va analizzata in maniera approfondita e pesata singolarmente e nel contesto generale. Non aspettatevi un ascolto facile ma le influenze pop rock che animano il lavoro lo rendono comunque accessibile a tutti. Il missaggio è stato curato da Giovanni Versari (Muse) e mette in risalto la tecnica dei musicisti. Sulla voce di Mattia Braghero c’è poi poco da aggiungere. Le sue qualità emergono fin dai primi minuti di ‘Lettera’ e illuminano l’esperienza sonora costantemente. Attualmente consiglierei ‘Numeri Primi’ e la title track per avvicinarsi agli Opra Mediterranea in maniera graduale ma con tutta probabilità la prossima settimana potrei cambiare idea. La realtà è che questo disco, proprio perché metafora della condizione dell’uomo moderno, ti avvolge e si contorce attorno a te, finisce per sfidarti in continuazione e, come i classici, crea dipendenza.

Tracks

1. Lettera
2. Marionetta
3. Numeri primi
4. Isole
5. Oceano mare
6. Frammenti di una via distesa tra la terra e il mare
Opra Mediterranea
From: Italia

Discografia

Isole - 2019