Sin Fang : Sad Party

È un party triste e silenzioso quello al quale Sindri Sigfússon cerca di invitarci, tra gemme psi ... È un party triste e silenzioso quello al quale Sindri Sigfússon cerca di invitarci, tra gemme psichedeliche, fumi di amb ... thumbnail 1 summary

Sin FangSad Party

Sin Fang - Sad Party

Morr Music
Pubblicato il 26/10/2019 da lorenzobecciani
Sin Fang - Sad Party

È un party triste e silenzioso quello al quale Sindri Sigfússon cerca di invitarci, tra gemme psichedeliche, fumi di ambigua provenienza ed illusioni visive. Dopo aver visitato ‘Spaceland’, fatto gruppo con Sóley e Örvar Smárason per ‘Team Dreams’ ma soprattutto riformato i Seabear, che saranno le stelle assolute della prossima edizione di Iceland Airwaves, l’eccentrico polistrumentista islandese ha registrato nove tracce che lo confermano ai vertici della scena internazionale con un ibrido aggiornato tra indie rock, vintage pop, elementi di estrazione folk e tanta elettronica. Ogni singolo beat è studiato per accompagnare l’ascoltatore in un landscape sonoro che ha veramente del fantastico. Nello specifico, ‘Hollow’ e ‘No Summer’ sono riflessi delle sessioni precedenti mentre ‘Goldenboy Is Sleeping’ e ‘Constellation’ sembrano sul serio spingere Sin Fang verso qualcosa di ultraterreno. La sua felicità è in mezzo a cavi, synth e strani marchingegni. È sempre in ritardo, arriva all’ultimo minuto e sistema tutto in gran fretta sul palco prima di attaccare il microfono e deliziare il pubblico. Più o meno lo stesso processo che c’è dietro ai suoi album che dalla loro possono però vantare un effetto a più lungo termine, ritardato come certi farmaci, duraturo come certe terapie psicologiche. Se amate le melodie facili da ricordare e la sperimentazione, ‘Sad Party’ fa al caso vostro e di fatto è una sorta di anticipazione di quello che sarà il prossimo lavoro dei Seabear (di cui il singolo ‘Waterphone’ è già una succulenta preview), pur essendo molto più sofisticata. Quando poi parte ‘Constellation’ ci si rende veramente conto di quanto Sin Fang sia abile nel trasportare in un’altra dimensione, ipnotica e quasi infantile, e giocare a proprio piacimento con i nostri sentimenti. Uno degli artisti più sottovalutati dei nostri tempi che non vedo l’ora di riabbracciare al gelo di Reykjavík.

Tracks

1 Planet Arfth
2 Hollow
3 No Summer
4 Smother
5 Goldenboy Is Sleeping
6 Happiness
7 Never Who I Wanna Be
8 Cloudjuice
9 Constellation
Sin Fang
Sin Fang
From: Islanda

Discografia

Summer Echoes (2011)
Flowers (2013)
Spaceland (2016)
Sad Party (2019)