Fixation - Global Suicide

Indie Recordings
Pubblicato il 18/11/2021 da lorenzobecciani

Un mini di esordio assolutamente eccezionale che fa luce su un’altra realtà semi-conosciuta del panorama nordico. La proposta dei norvegesi è un ibrido bilanciato alla perfezione tra metalcore, post-hardcore e alternative rock e la loro produzione non sembra certo quella di un gruppo alle prime armi ma quella di colossi dell’industria moderna come Nothing But Thieves, Bring Me The Horizon o Architects. Naturalmente i ragazzi possono ancora crescere ma i suoni sono spaventosi, la voce di Jonas Hansen è incredibile e le liriche di sfondo politico-sociale riescono ad aggiungere quello che spesso manca a buona parte della concorrenza. Nel complesso anche il minimo elemento di queste quattro tracce è curato in maniera maniacale e sarà quindi curioso capire in quale direzione si muoveranno i Fixation, la cui immagine ricorda un po’ gli Imminence, e ci auguriamo di vederli presto dalle nostre parti, magari di supporto a qualche altra realtà interessante in casa Indie Recordings come Atena o Halcyon Days. Per il momento però possiamo godere dell’incisività fuori dall’ordinario di ‘Neurosis’ e ‘Survive’ oppure degli spunti progressive di ‘Bloodline’. In chiusura abbiamo invece ‘What Have We Done’, promossa con l’eccellente videoclip girato da Ulvar Gansum, il cui verso principale ricorda: “This is not the price for our sins. This is not part of gods plan.It's not natures way. This is what we have done. And it keeps on getting worse..”

 

 

Tracks

Neurosis
Survive
Bloodline
What Have We Done


Fixation

Fixation (Norvegia)  https://www.fixationband.com

Discografia

Global Suicide - 2020