Cirith Ungol - Half Past Human

Metal Blade
Pubblicato il 09/06/2021 da lorenzobecciani

Se avete consumato i nostri speciali sulle Nuove Frontiere del Metal allora cambiate recensione perché non fa proprio al caso vostro. Se al contrario ritenete la nostra linea editoriale fin troppo moderna o morbida probabilmente ‘Forever Black’ avrà catturato la vostra attenzione e questo mini album, promosso con l’ennesima cover epica, è destinato a fare lo stesso. Il tour dell’atteso comeback degli statunitensi è stato reso impossibile dalla pandemia ma i Cirith Ungol non si sono persi d’animo, sarebbe stato anche possibile il contrario viste le loro lunghe pause discografiche, e sono tornati in studio per registrare quattro nuovi brani che rientrano benissimo nella categoria della coerenza. D’altra parte l’heavy metal è qualcosa di culto, una religione, un credo che non si può discutere ed i veterani della scena a stelle e strisce hanno dato alle stampe una sorta di estensione di ‘Forever Black’, mantenendo intatta la produzione cupa, compressa e lo-fi. ‘Shelob’s Lair’ e la title track non impiegheranno troppo a scalare le gerarchie di apprezzamento dei seguaci di sempre mentre ‘Route 666’ è un pezzo che potrebbe ben figurare in qualsiasi playlist hard & heavy. Un’ultima menzione infine per ‘Brutish Manchild’ uscito a Maggio per Decibel Flexi Series. Un sette pollici che non deve mancare nella vostra collezione.

 

Tracks

01. Route 666
02. Shelob’s Lair
03. Brutish Manchild
04. Half Past Human


Cirith Ungol

Cirith Ungol (USA)  http://www.truemetal.org/cirithungol

Discografia

1980 Frost and Fire
1984 King of the Dead
1986 One Foot in Hell
1991 Paradise Lost
2020 Forever Black