Louis Jucker - Something Went Wrong

Hummus Records
Pubblicato il 09/10/2020 da lorenzobecciani

Qualcosa non è andato per il verso giusto ed il musicista di origini svizzere – che ricordiamo nel collettivo post-metal The Ocean ma anche con Kunz, Coilguns e Autisti – per una volta ha messo da parte le sue influenze hardcore-punk per cercare di raggiungere quella notorietà che avrebbe meritato da tempo. Non che 'Something Went Wrong' sia commerciale, anzi è pieno di spunti che possono rimandare alla storia del folk come a Richard Youngs o Lightning Bolt, ma è chiaro che si tratta del lavoro più accessibile di un artista che forse si è stufato di essere considerato solo un sperimentatore. Così si spiega '31 Years Of Waiting For This' e una scaletta bilanciata tra suoni lo-fi, layers polifonici e una immediatezza sorprendente. Si avverte un collegamento con 'Eight Orphan Songs', come se le registrazioni avvenute in questi sette anni fossero servite per confezionare in maniera perfetta un disco che può essere considerato un vero e proprio esordio. Louis Jucker ha fatto in pratica tutto da solo, presso lo studio di Louis Schild, e tra resilienza, perdita di capelli e ricerca delle proprie origini, ha dato fondo a tutte le risorse per regalare al pubblico, e soprattutto a se stesso, il disco più bello in carriera. Auguriamoci che mantenga la sua integrità anche dopo che Classic Rock, Uncut o Mojo gli avranno concesso spazio, ma ho pochi dubbi a riguardo.

Tracks

1. 31 Years of Waiting for This
2. Our Easter Wedding
3. Shy of Fire
4. The Heat / Hello Weirdo
5. Resilience
6. Losing Hair
7. The Dam
8. I Hate to Hurt the Hearts I Eat
9. Half a Kid and Me
10. To the Origin


Louis Jucker (Svizzera)  http://louisjucker.ch/eight-orphan-songs

Discografia

Eight Orphan Songs (2013)
The Black Lake (2014)
L'Altro Mondo (2017)
Kråkeslottet (2019)
Something Went Wrong (2020)