Imperial Triumphant - Alphaville

Century Media
Pubblicato il 21/07/2020 da lorenzobecciani

Dopo ‘Live at Roadburn’ dei Triptykon, l’interesse dell’etichetta tedesca per l’avantgarde metal, con inique divagazioni nel black più oscuro, viene confermato dal nuovo album del trio americano, impreziosito dalla splendida copertina a cura di Zbigniew M. Bielak (Watain, Ghost) e da una ridda di ospiti illustri. I misteriosi autori di ‘Vile Luxury’, nascosti dietro a maschere dorate e guidati dal truce Zachary Ilya Ezrin, hanno infatti voluto al loro fianco musicisti tra gli altri come Tomas Haake dei Meshuggah, Phlegeton dei Wormed, l’ex Bloody Panda Yoshiko Ohara e Andromeda Anarchia ai cori, per dare alle stampe la loro opera omnia. I prossimi mesi ci diranno se ‘Alphaville’ saprà consacrarli a livello internazionale e porterà ad un allargamento della fanbase. Di sicuro è un album che riparte dai risultati ottenuti in precedenza con alcune soluzioni melodiche in più ed interessanti risvolti di produzione. Un acquisto obbligato per chi ama Blut Aus Nord, In The Woods, Deathspell Omega e Dodecahedron; un disco che mostra un sound in continua evoluzione (‘City Swine’ e ‘Atomic Age’) ed arrangiamenti destinati a crescere dal vivo. Da segnalare le reprise di ‘Experiment’ dei Voivod e ‘Happy Home’ dei The Residents ma soprattutto strutture compositive per chi non si accontenta del “solito” album dei Dark Funeral.

Tracks

1. Rotted Futures
2. Excelsior
3. City Swine
4. Atomic Age
5. Transmission to Mercury
6. Alphaville
7. The Greater Good
8. Experiment
9. Happy Home


Imperial Triumphant (USA)  http://imperial-triumphant.com

Discografia

Abominamentvm 2012
Abyssal Gods 2015
Vile Luxury 2018
Alphaville 2020