Porridge Radio - Every Bad

Secretly Canadian
Pubblicato il 22/03/2020 da lorenzobecciani

Premesso che parlare della scena indipendente anglosassone in questo momento sarebbe come parlare di fisica quantistica, la band originaria di Brighton è sicuramente tra gli esponenti più interessanti. Non perché sia portatrice di chissà quale novità stilistica e nemmeno perché Dana Margolin sia più figa delle starlette americane. Niente di tutto questo. Semplicemente i Porridge Radio hanno scritto un singolo meglio dell’altro: ‘Give/Take’ era meglio di ‘O’ Christmas’, ‘Don’t Ask Me Twice’ era meglio di ‘Give/Take’ e ‘Lilac’ meglio di ‘Don’t Ask Me Twice’ e così via. Un po' come funzionava trent’anni fa, anche se non ci siamo abituati. Così i Porridge Radio sono riusciti a costruirsi una credibilità artistica e la fanbase, grazie a performance live superiori alla media, si è allargata. La ragazza, cresciuta col nomignolo di The Cosmic Sadness, ha capito che aveva bisogno di una band e si è presa con sé la bassista Maddie Ryall, la tastierista Georgie Stott ed il drummer Sam Yardley, anche se è sempre la sua voce a fare la differenza. In ‘Sweet’ pare di essere al cospetto degli Yeah Yeah Yeahs appena usciti dall’oltretomba ed in generale i suoni sono piuttosto lo-fi e reminiscenti della seconda era dello shoegaze britannico. A metà del disco si trova ‘Pop Song’ ed in questo pezzo c’è molto del desiderio dei Porridge Radio di farsi beffe della concorrenza.

Tracks

1. Born Confused
2. Sweet
3. Don't Ask Me Twice
4. Long Nephews
5. Pop Song
6. Give/Take
7. Lilac
8. Circling
9. (Something)
10. Homecoming Song


Porridge Radio (UK)  http://www.facebook.com/porridgeradio

Discografia

Rice, Pasta and Other Fillers 2016
Every Bad 2020