La Gabbia - Madre Nostra

You Can't Records
Pubblicato il 10/01/2020 da lorenzobecciani

Quando ho aperto il bellissimo digipack con cui viene presentato ‘Madre Nostra’, il libretto interno era piegato in maniera che si vedesse la scritta “Violenza” in grande. Il titolo della seconda traccia del debutto dei bolognesi mi è rimasto impresso per tutto l’ascolto, come se lo stoner che rimbomba nell’aere per mezz’ora circa fosse il piu’ viscerale ed interessante ascoltato da anni. Un po' come lo sguardo della ragazza in copertina che pare non abbandonarti mai. Sotto ‘La Luna E I Falò’, chiaro tributo a Cesare Pavese, capita di incontrare ‘Ilaria’, raggiante e sensuale, scorgere ‘La Fine E L’Inizio Di Una Vita’ e restare colpiti dalle ‘Memorie Di Una Prostituta’. In realtà a colpire è l’onestà di questi quattro musicisti che non si pongono troppi problemi nel virare con efficacia da momenti di grande energia ad altri dove l’introspezione e atmosfere quasi post-rock prendono il sopravvento. Il cantato di Michele Menichetti e le chitarre di Francesco Serafini sono di prima categoria. Vediamo dove sapranno arrivare.

 

Tracks

1. Ilaria
2. Violenza
3. La luna e i falò
4. Memorie di una prostituta
5. Ho bisogno
6. Agrabah
7. Non esisti
8. La fine e l'inizio di una vita


La Gabbia (Italia)  http://www.facebook.com/lagabbiabologna

Discografia

Madre Nostra - 2019