Review - Asylum Pyre : N°4

Una copertina disturbante, molto industrial o ebm come concept grafico, chiarisce fin da subito c ... Una copertina disturbante, molto industrial o ebm come concept grafico, chiarisce fin da subito che i francesi sono torn ... thumbnail 1 summary

Asylum PyreN°4

Asylum Pyre - N°4

M & O Music
Pubblicato il 18/05/2019 da lorenzobecciani
Asylum Pyre - N°4

Una copertina disturbante, molto industrial o ebm come concept grafico, chiarisce fin da subito che i francesi sono tornati per lasciare il segno. Un’aggressività percepita anche di spalle ai Luca Turilli’s Rhapsody e che si combina alla perfezione con influenze power metal anni ‘90 e tentazioni progressive e sinfoniche. Da un ascolto superficiale, dal successore di ‘Spirited Away’ emergono retaggi di Stratovarius, Pain Of Salvation e Edguy ma a poco a poco saltano fuori una serie di sfumature che riescono a coinvolgere come un’appassionata lettura o un film dal finale imprevedibile. In formazione troviamo il chitarrista-cantante Johann Cadot, il suo contraltare femminile Oxy Hart (Nimrød, Seadem), il bassista Pierre-Emmanuel Pélisson (ex Heavenly), il drummer Thomas Calegari (ex Beneath My Sins) ed i chitarristi Steve e Nils Courbaron, attivo anche nei Sirenia. Oltre al singolo ‘One Day’, promosso con il video di Alban Verneret, figo il featuring dei Beast In Black in ‘Sex, Drugs And Scars’ e ottime ‘Lady Ivy’ e ‘Borderline’ che mettono in evidenza un po' tutto lo spettro sonoro della band, ricco di spunti elettronici e rock. In attesa del tour con i Demons & Wizards, nei negozi con le ristampe dell’omonimo debutto e di ‘Touched By The Crimson King’, gli Asylum Pyre hanno fatto centro.

Tracks

Lullaby For The Clairvoyants
One Day
Sex Drugs and Scars
Lady Ivy
On First Earth
Dearth
Into The Wild
MCQ Drama
Borderline
The Right To Pain
The Broken Frame
The Cemetery Road
Asylum Pyre
From: Francia
http:www.asylumpyre.com

Discografia

Natural Instinct? 2009
Fifty Years Later 2012
Spirited Away 2015
N°4 2019