Review - Whiteriver : Warmth

Architects, Hundredth e We Came As Romans sono senza dubbio tra le influenze principali di questo ... Architects, Hundredth e We Came As Romans sono senza dubbio tra le influenze principali di questo gruppo tedesco dedito ... thumbnail 1 summary

WhiteriverWarmth

Whiteriver - Warmth

Redfield Records
Pubblicato il 04/03/2019 da lorenzobecciani
Whiteriver - Warmth

Architects, Hundredth e We Came As Romans sono senza dubbio tra le influenze principali di questo gruppo tedesco dedito ad un metalcore dalle grandi aperture melodiche e caratterizzato da stacchi ambient e post rock di pregevole fattura (‘Vesna’ e . Rispetto all’esordio di due anni prima, ‘A Beautiful Place To Hide’, la band guidata da Anatoli Kalyuk, che si alterna al microfono col chitarrista Marvin Roth, pare avere raggiunto una maturità sostanziale e il nuovo album si pone su un livello superiore sia in termini di arrangiamenti che per quanto concerne la produzione ed il missaggio, altamente competitivi con quanto proviene dal mercato americano e da quello australiano. Il guitar work è notevole, anche se un po' monotono, e Christian Süper non teme paragoni dietro le pelli. Semmai ‘Warmth’ soffre un po' l’assenza di un bassista e la derivazione delle parti vocali ma tracce quali ‘Fall’, ‘For Life’ e le conclusive ‘Source’ e ‘Royal Blood’ non faticheranno ad imporsi dal vivo. Per il momento Redfield Records (For I Am King, Revaira, The Pariah) ha deciso di distribuire i ragazzi originari di Seigen solo sul mercato digitale e quindi resta da capire che riscontro potranno avere nell’immediato e quanto potrà essere condizionata l’attività live da tale scelta.

Tracks

1. Vesna
2. Brittle Glass
3. Lato
4. Fall
5. Hiver
6. Guided by Tides
7. Wasted
8. For Life
9. Warmth
10. On Par
11. Source
12. Royal Blood
Whiteriver
From: Germania
http:www.facebook.com/whiteriverofficial

Discografia

A Beautiful Place To Hide - 2016
Warmth - 2018