Review - Arsis : Visitant

A cinque anni di distanza da ‘Unwelcome’, James Malone e Brandon Ellis danno alle stampe un’altra ... A cinque anni di distanza da ‘Unwelcome’, James Malone e Brandon Ellis danno alle stampe un’altra decina di tracce malsa ... thumbnail 1 summary

ArsisVisitant

Arsis - Visitant

Agonia Records
Pubblicato il 29/11/2018 da lorenzo becciani
Arsis - Visitant

A cinque anni di distanza da ‘Unwelcome’, James Malone e Brandon Ellis danno alle stampe un’altra decina di tracce malsane e devote alla storia del technical death metal. La scaletta è stata registrata, mixata e masterizzata agli Audio Hammer Studios di Sanford, Florida sotto la supervisione di Mark Lewis (Cannibal Corpse, DevilDriver), e vede la partecipazione di Trevor Strnad dei The Black Dahlia Murder e Malcolm Pugh degli Inferi. Le tematiche horror di ‘Tricking The Gods’ ed il tributo alle proprie insindacabili origini di ‘Hell Sworn’ e ‘As Deep As Your Flesh’, oltre alla funebre cover di Mark Riddick (Arch Enemy, Morbid Angel), caratterizzano una scaletta solida e priva di cali di tensione. Con tutta probabilità gli Arsis non entreranno mai nella top five death ma nel corso della loro carriera, più volte e anche con ‘Visitant’, hanno rischiato di sovvertire le gerarchie del genere per la freddezza delle loro ritmiche e la qualità del songwriting. In chiusura la cover di ‘His Eyes’ degli Pseudo Echo, gruppo synth pop australiano assimilabile ai Duran Duran, che ricordiamo nella colonna sonora di ‘Venerdì 13: il terrore continua’.

Tracks

1. Tricking The Gods
2. Hell Sworn
3. Easy Prey
4. Fathoms
5. As Deep As Your Flesh
6. A Pulse Keeping Time With The Dark
7. Funeral Might
8. Death Vow
9. Dead Is Better
10. Unto The Knife
11. His Eyes
Arsis
From: Usa
http:www.myspace.com/arsis

Discografia

A Celebration Of Guilt (2004)
United In Regret (2006)
We Are The Nightmare (2008)
Starve For The Devil (2010)
Unwelcome (2013)
Visitant (2018)