Review - Barren Earth : A Complex Of Cages

Sinceramente mi aspettavo che l’ingresso negli Amorphis di Olli-Pekka Laine (il suo ritorno a dis ... Sinceramente mi aspettavo che l’ingresso negli Amorphis di Olli-Pekka Laine (il suo ritorno a distanza di diciassette an ... thumbnail 1 summary

Barren EarthA Complex Of Cages

Barren Earth - A Complex Of Cages

Century Media
Pubblicato il 26/04/2018 da lorenzobecciani
Barren Earth - A Complex Of Cages

Sinceramente mi aspettavo che l’ingresso negli Amorphis di Olli-Pekka Laine (il suo ritorno a distanza di diciassette anni è una delle novità dell’imminente ‘Queen Of Time’) ritardasse l’uscita del successore di ‘On Lonely Towers’ anche se la sorpresa più grande è quella di trovarsi al cospetto di un progressive death metal smussato dalle sue dinamiche più aggressive e privo di quelle derive folk che avevano caratterizzato il precedente lavoro. Per farla breve, ‘A Complex Of Cages’ suona come una via di mezzo tra album del calibro di ‘Silent Waters’ e ‘Skyforger’, da una parte, e ‘Ghost Reveries’ e ‘Watershed’ degli Opeth, dall’altra. Un mix epico e solenne, decisamente melodico e ricco di sfumature che potrà attrarre i vecchi appassionati in cerca di stimoli. Non sono sicuro che ciò potrà essere sufficiente ad elevare i Barren Earth nelle gerarchie internazionali ma tracce come ‘Further Down’ e ‘Withdrawal’ sono comunque l’emblema di una conferma importante e le performance di Marko Tarvonen, batterista che ricordiamo con Moonsorrow e Thy Serpent, e Sami Yli-Sirniö, guitar hero scelto da Mille Petrozza per ringiovanire i suoi Kreator, non possono essere messe in discussione.

Tracks

The Living Fortress
The Ruby
Further Down
Zeal
Scatterprey
Solitude Pith
Dysphoria
Spire
Withdrawal
Barren Earth
From: Finlandia
http:www.barrenearth.com

Discografia

2010 – Curse of the Red River
2012 – The Devil's Resolve
2015 – On Lonely Towers
2018 – A Complex of Cages