Review - Spiritual Front : Amor Braque

La splendida arte di Saturno Buttò – l’artwork è stato poi definito da Marco Soellner dei Klimt 1 ... La splendida arte di Saturno Buttò – l’artwork è stato poi definito da Marco Soellner dei Klimt 1918 e contiene invettiv ... thumbnail 1 summary

Spiritual FrontAmor Braque

Spiritual Front - Amor Braque

Auerbach Tonträger/Prophecy Productions
Pubblicato il 12/04/2018 da lorenzo becciani
Spiritual Front - Amor Braque

La splendida arte di Saturno Buttò – l’artwork è stato poi definito da Marco Soellner dei Klimt 1918 e contiene invettive come “your son may become a homosexual” o immagini come una coltellata pronta ad essere sferrata al petto - introduce l’ascoltatore nei meandri di un suono selvaggio e sconvolgente, risultato dell’ennesima evoluzione di un musicista che da anni conferma di possedere un approccio compositivo elitario ed un talento cristallino (apprezzato più all’estero che nel nostro mediocre circolo culturale). A cinque anni da ‘Open Wounds’, sorta di riassunto delle puntate precedenti reso epico da arrangiamenti straordinari, e ‘Black Hearts In Black Suits’, ambizioso progetto realizzato in collaborazione con Stefano Puri, Simone Salvatori ci regala un’altra gemma di assoluto valore passando da ritornelli di facile presa a progressioni marziali che evocano gli esordi. Al suo fianco troviamo il chitarrista Riccardo Galati ed il batterista Andrea Freda, l’album è stato registrato e mixato da Fabio Colucci e vede la partecipazione di numerosi ospiti tra cui King Dude, Matt Howden e Client, oltre alla citazione di Edward Carpenter (‘Love’s Vision’). In bilico tra cantautorato italiano, neo-folk e The Smiths, ‘Amor Braque’ propone una serie di sincere e crude analisi su amore e sesso, mostrando un cantato che non si è fermato alle vette espressive raggiunte in precedenza ma ha continuato a sperimentare ed un’abilità al limite del surreale di mantenere elevati, allo stesso tempo, i livelli di tenerezza e marciume. In ‘Disaffection’ e ‘Pain Is Love’ ritroviamo gli Spiritual Front di sempre – per intenderci il suicide pop che rese ‘Armageddon Gigolo’ un vero capolavoro underground - ma sono ‘Tenderness Through Violence’ e ‘Children Of The Black Light’ gli apici di una visione sonoro-concettuale che inizia con l’affermazione della propria sessualità per finire con le riflessioni sulla cinematografia di Andrzej Zulawski, il titolo cita la pellicola ‘Amore Balordo’ con Sophie Marceau, piuttosto che di Rainer Werner Fassbinder. Magnifiche pure ‘The Abyss Of Heaven’, tra Ennio Morricone e la decadenza commerciale di ‘Rotten Roma Casino’, e la ballata ‘Devoted To You’.

Tracks

1. Intro/Love's Vision
2. Tenderness Through Violence
3. Disaffection
4. The Abyss Of Heaven
5. Children Of The Black Light
6. Pain Is Love
7. Beauty Of Decay
8. Devoted To You
9. This Past Was Only Mine
10. Battuage
11. An End Named Hope
12. The Man I've Become
13. Vladimir Central
Spiritual Front
From: Italia
http:www.spiritualfront.com

Discografia

Songs for The Will - (1999)
Nihilist Cocktails for Calypso Inferno - (2001)
Armageddon Gigolo - (2006)
Rotten Roma Casino - (2010)
Open Wounds - (2013)
Black Hearts in Black Suits - (2013)
Amor Braque (2018)