Review - Caron Dimonio : Religio

Senza utilizzare mezzi termini, ‘Religio’ si distingue come uno dei lavori più interessanti scatu ... Senza utilizzare mezzi termini, ‘Religio’ si distingue come uno dei lavori più interessanti scaturiti dalla scena indipe ... thumbnail 1 summary

Caron DimonioReligio

Caron Dimonio - Religio

Atmosphere Records
Pubblicato il 24/02/2018 da lorenzo becciani
Caron Dimonio - Religio

Senza utilizzare mezzi termini, ‘Religio’ si distingue come uno dei lavori più interessanti scaturiti dalla scena indipendente italiana negli ultimi anni. Ad immetterlo sul mercato sono i Caron Dimonio, duo bolognese che fonde elettronica, post punk e noise in maniera saggia, personale e assolutamente lesiva per la mente di chi si pone all’ascolto. Suoni originati da Atari o Commodore 64, scegliete pure voi, primi Nine Inch Nails, Neon, Pankow e qualcosa di minimal in un impianto sonoro che viene accompagnato dalla copertina di Mario D’Anelli e da testi, brutali e malinconici, su tematiche legate alla morte, alla memoria e alla perdita, alla percezione e alla consapevolezza della finitezza dell’esistenza e del nostro inconscio. Le dieci tracce, tra cui spiccano ‘Hitler Amava I Cani’ e ‘Dio Pesante Sulla Schiena’, sono state registrate presso il Lotostudio di Filetto, nel ravennate, sotto la supervisione di Gianluca Lo Presti (Simona Gretchen, Vanity e Tying Tiffany tra le sue collaborazioni più significative), e funzionano alla grande prese una per una ma anche in un contesto globale, estremamente compatto e organico. ‘Religio’ è come una droga, dà dipendenza, sottomette chi si avvicina con timidezza ed esalta chi invece compie tale mossa con la consapevolezza di cosa lo aspetta. Giuseppe Lo Bue e Filippo Scalzo, che ricordiamo nei Black Veils, non credono nel divino eppure con la loro musica incalzante sanno trascinare in una dimensione altra, a metà tra il celestiale, la colonna sonora di un film horror e l’atmosfera che si respira in un dancefloor alternativo. Un superbo crescendo di emozioni che, per una volta, non proviene dall’estero, dalle tanto pubblicizzate scene elettroniche di Londra, Berlino o New York, ma dall’underground di casa nostra.

Tracks

1. Pietra
2. Hitler amava i cani
3. Tonalità
4. Dio pesante sulla schiena
5. Le tue cavità
6. Satelliti
7. Mezzanotte
8. In un giorno qualunque
9. L'inganno del mattino
10. Religio
Caron Dimonio
Caron Dimonio
From: Italia
http:www.facebook.com/Carondimonio1269

Discografia

Solaris (2016)
Religio (2018)