Review - Polaris : This Mortal Coil

L’esordio dei ragazzi originari di Sydney, sulla scia di Northlane e Parkway Drive, dimostra come ... L’esordio dei ragazzi originari di Sydney, sulla scia di Northlane e Parkway Drive, dimostra come la scena metalcore si ... thumbnail 1 summary

PolarisThis Mortal Coil

Polaris - This Mortal Coil

Sharptone Records
Pubblicato il 09/11/2017 da lorenzo becciani
Polaris - This Mortal Coil

L’esordio dei ragazzi originari di Sydney, sulla scia di Northlane e Parkway Drive, dimostra come la scena metalcore si stia tentando di aggrappare ad un futuro sempre più lontano. Siamo infatti al cospetto di un ottimo album, praticamente perfetto in ogni suo aspetto, nel quale è facile evincere ispirazione costante dalle migliori formazioni del momento, non solo quelle citate ma anche Bury Tomorrow, While She Sleeps e Novelists. Un rigirio di influenze, valori hardcore e stacchi metal roboanti che bene si accompagnano all’immagine moderna e alla grafica studiata della band. ‘Lucid’ e ‘The Remedy’ introducono l’ascoltatore in un turbine di suoni al limite del djent con riferimenti alle profondità marine dei The Ocean ma anche alla dimensione live in cui i Polaris hanno già dimostrato di saperci fare eccome. ‘Relapse’ e ‘Frailty’ spiccano nella prima parte di album mentre ‘The Slow Decay’ è forse il brano più originale e personale mai scritto dagli autori degli EP ‘Dichotomy’ e ‘The Guilt And The Grief’. Ottima la produzione di Carson Slovak e Grant McFarland così come le prove del frontman Jamie Hails e del drummer Daniel Furnari. Da seguire con estrema attenzione.  

Tracks

01. Lucid
02. The Remedy
03. Relapse
04. Consume
05. Frailty
06. In Somnus Veritas
07. Dusk To Day
08. Casualty
09. The Slow Decay
10. Crooked Path
11. Sonder
Polaris
From: Australia
http:www.facebook.com/polarisaus

Discografia

This Mortal Coil (2017)