Review - PopForZombie : PopForZombie

La band nata dalle ceneri di SUBà e Moivo si domanda cosa sia possibile ascoltare alla rad ... La band nata dalle ceneri di SUBà e Moivo si domanda cosa sia possibile ascoltare alla radio al giorno d’oggi e u ... thumbnail 1 summary

PopForZombiePopForZombie

PopForZombie - PopForZombie

Vrec
Pubblicato il 08/07/2017 da lorenzo becciani
PopForZombie - PopForZombie

La band nata dalle ceneri di SUBà e Moivo si domanda cosa sia possibile ascoltare alla radio al giorno d’oggi e una risposta potrebbe venire proprio da queste dieci tracce registrate sotto la supervisione artistica di Rudy Di Monte (Subsonica, Statuto) e Gianni Condina (anche lui collaboratore degli autori di ‘Microchip Emozionale, di Linea 77 e Assalti Frontali e di recente al fianco della starlette Levante) che fondono suoni ariosi e immediati con testi non banali. Può darsi che il progetto sia ancora in divenire e cresca col tempo ma per il momento ‘Lasciati Cadere’, ‘Quello Che So’ e appunto ‘Radio’ sono già pezzi in grado di fare la differenza nel mercato italiano. Qui di indie non c’è niente così come non c’è niente di precario o affrettato. Solo un album di eccellente pop rock prodotto bene, suonato bene e privo di filler. Niente male soprattutto il guitar work di Michele “Bozzi” Battaggia e Fausto “Lypocodium” Belardinelli sebbene non si tratti di un disco punk, metal o comunque dall’impatto deflagrante. Decisamente originale il packaging con un artwork ispirato al rugby dei primi del Novecento.  

Tracks

1. Radio
2. Bianco
3. Bimba
4. Volevamo dirvi
5. Quello che so
6. Lasciati cadere
7. Colpevoli
8. Forma e sostanza
9. É così che va
10. Le favole (Che invento)
PopForZombie
From: Italia

Discografia

PopForZombie (2017)