Review - Kora Winter : Welk

Sono rimasto talmente shockato al cospetto di queste quattro tracce che non ho potuto evitare di ... Sono rimasto talmente shockato al cospetto di queste quattro tracce che non ho potuto evitare di recuperare in fretta e ... thumbnail 1 summary

Kora WinterWelk

Kora Winter - Welk

Self Produced
Pubblicato il 29/05/2017 da lorenzo becciani
Kora Winter - Welk

Sono rimasto talmente shockato al cospetto di queste quattro tracce che non ho potuto evitare di recuperare in fretta e furia il primo EP dei berlinesi, ‘Blüht’, uscito due anni orsono. In tal modo ho potuto percepire quanto sia acerrima e calcolata nei dettagli la loro visione. Nemmeno una canzone è stata pubblicata per caso, in ordine casuale oppure senza che la band la perfezionasse al massimo. Infatti l’iniziale ‘Bluten’, impreziosita dal saxofono di Paul Griesbach, riparte esattamente dove si era interrotto il discorso con ‘Ende Aller Wege’ e la strepitosa ‘Stiche’, promossa con un video che dà la misura della potenza dei ragazzi nella dimensione live, prosegue tale discorso, lo approfondisce, lo segmenta in piccoli frammenti perché ‘?’ e ‘Narben’ possano ancora ricondurre l’ascoltatore alla destinazione ultima. La materia trattata è un post hardcore prodotto in maniera estremamente organica. Scorrendo la scaletta sarete travolti dall’impeto degli autori e sentirete anche il più piccolo rumore di fondo. Le dita che scorrono sulle corde del basso o delle chitarre e le bacchette che si schiantano sui timpani. Volendo presentare ‘Welk’ a qualcuno di totalmente profano potrei citare The Dillinger Escape Plan, We Came As Romans oppure Vitja ma la personalità dei Kora Winter è tanto spropositata da rendere ridicolo qualunque paragone. 

Tracks

1. Bluten
2. Stiche
3. ?
4. Narben
Kora Winter
From: Germania
http:www.facebook.com/korawinterband

Discografia

Blüht - 2015
Welk - 2017