News - PISTOIA BLUES : Il report del concerto di Alanis Morissette

Un bel pubblico e una scaletta adattata con maestria tra i singoli che l’hanno resa celebre nel m ... Un bel pubblico e una scaletta adattata con maestria tra i singoli che l’hanno resa celebre nel mondo ed i pezzi dell’ul ... thumbnail 1 summary

PISTOIA BLUESIl report del concerto di Alanis Morissette

PISTOIA BLUES - Il report del concerto di Alanis Morissette

Pubblicato il 11/07/2018 da lorenzo becciani

Un bel pubblico e una scaletta adattata con maestria tra i singoli che l’hanno resa celebre nel mondo ed i pezzi dell’ultimo lavoro in studio ‘Havoc And Bright Lights’ (su tutti ‘Guardian’ e ‘Woman Down’). Così Alanis Morissette - 44 anni portati bene, 7 Grammy vinti ed oltre 30 milioni di copie vendute nel mondo soltanto con ‘Jagged Little Pill’ - si è presa la piazza di Pistoia e ha dato il via alla manifestazione più attesa dagli appassionati di blues. Le difficoltà incontrate dagli organizzatori e dall’Amministrazione Comunale nell’allestire la nuova edizione, quelle legate alle norme di sicurezza che rendono sempre più complicato lo svolgimento di eventi così importanti e l’oggettiva crisi del mercato sono passate improvvisamente in secondo piano quando l’artista canadese, sorridente e affabile con i suoi fan, è salita sullo storico palco. Capelli corti, abiti ordinari ed un’immagine da ragazza semplice rappresentano il contorno ideale per l’atteso susseguirsi di hit, a partire da ‘All I Really Want’, che scaldano i 4500 presenti tra passaggi di stampo commerciale ed altri momenti nei quali è stata trasmessa grinta e una certa voglia di rock. L’accoglienza riservata a ‘You Oughta Know’, ‘Ironic’ e ‘Uninvited’ non ha stupito ma ha sicuramente lasciato tirare un sospiro di sollievo e allo stesso tempo reso felici tante persone. Serate come queste mancano tutto l’anno e adesso Pistoia Blues, dopo l’apprezzata anteprima di Graham Nash al Teatro Manzoni, è nel vivo con decine di eventi collaterali (stasera verrà inaugurato “Il Giardino Di Cino” con gli Youarehere) e jam disseminate per il centro della città, l’attesa esibizione dei vincitori del Bluesin’ Contest, Mike Zito e Delores Scott che illumineranno il Teatro Bolognini e naturalmente il programma principale con James Blunt, Steve Hackett, Mark Lanegan e la Supersonic Blues Machine, che verrà accompagnata da Billy Gibbons degli ZZ Top.

(parole di Lorenzo Becciani)